Il territorio bergamasco: un sistema fortificato. Torri, fossati e cinte murarie nelle mappe del Catasto Teresiano

La galleria fotografica estratta dal Catasto Teresiano (1721-1795) ricostruisce il sistema difensivo diffuso che caratterizzò parte del territorio bergamasco fin dal X secolo. In particolare si tratta di alcuni centri abitati sottoposti allo Stato di Milano e compresi nella Gera d'Adda (Brignano Gera d'Adda, Calvenzano, Caravaggio, Pagazzano), nell’ex Contado di Cremona (Covo, Fontanella, Mozzanica) e di Treviglio, che costituiva terra separata: in questi Comuni comparvero mura, torri, masti e fossati. Queste strutture difensive furono progressivamente demolite, o inglobate in nuove costruzioni, a partire dalla seconda metà del XVIII secolo.

Le mappe teresiane costituiscono una fonte di notevole importanza perché riflettono il quadro urbanistico di una particolare porzione del territorio bergamasco nel cuore dell’età moderna, quando ancora era presente il tracciato fortificato medievale e prima che le trasformazioni dei secoli successivi ne mutassero irreversibilmente l’aspetto.

Progetto: Mauro Livraga

Realizzazione: Laura Businaro

Referenze fotografiche: Stefano Muratori

Referenze informatiche: Barbara Feltre, Carmelo Ventre